"Just another Amateur Radio weblog"

La propagazione corre su Twitter

A meno che non sia un geek o un nerd, è insolito trovare un utente incallito di Twitter tra i computeromani del nostro Bel Paese. L’origine onomatopeica del nome deriva dalla brevità dei messaggi che, come un cinguettìo d’uccellino, non devono superare i 140 caratteri ed esprimere un messaggio chiaro e conciso.

Una sorta di sms in senso lato che ha trovato molta fortuna soprattutto in quei paesi (come USA) in cui sms e connessione dati sono a tutti gli effetti sinonimi. Un po’ alla volta anche in Italia, con il diffondersi delle connessioni a basso costo, Twitter sta guadagnando la simpatia di chi condivide tutto con tutti. I radioamatori non sono da meno e impiegano il sistema con molta efficacia: pensiamo ad esempio alle info DX.

Il carattere di immediatezza che offre Twitter è unico e particolarmente efficace soprattutto per le info sull’attività solare e gli alert riguardo alle aperture improvvise della propagazione. Perché non sfruttarlo? Et voilà, detto… fatto!

Dal 16 Novembre 2010 il tweet riporta, in automatico e con cadenza quotidiana, i dati solari e geomagnetici essenziali per capire cosa riserva il sole e cosa c’è da aspettarsi in radio. Tutti dati aggiornati e di prima mano, prelevati dall’SWPC, Osservatorio Reale del Belgio, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Max Planck Institute of Astronomy – ESA. Sebbene ancora in fase di testing davvero non prevedevo tanto seguito. Oltre i Followers, in continuo incremento, le info vengono ReTwittate (ripetute) da DX-World e YV5VENET e in automatico da vari altri robot di info radioamatoriali.

L’appetito vien mangiando e… tanto per non dare solo numeri, sono attivi già una serie di alert che avvisano (per il momento) delle aperture in 10 m, 6 m e 2 m (ottenuti elaborando in tempo reale i valori misurati dalla rete mondiale delle ionosonde). Gli altri riguardano il primissimo aggiornamento del Flusso Solare, l’individuazione di nuove Regioni Attive da parte dell’SWPC…

C’è insomma ancora molto da lavorare: definire livelli di trigger più efficaci, inventarsi nuovi altri alert… Un po’ alla volta, e grazie ai feedback di tanti sostenitori entusiasti, speriamo di migliorarci sempre più. Arrivederci su Twitter!

Alea iacta est.

Comments are closed

 

Disclaimer

    Tutti i contenuti di IK8LOV's weblog sono rilasciati sotto licenza Creative Commons (Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia), salvo diversamente indicato. I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicita' e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001. Testi, immagini, loghi e marchi riportati sono di proprieta' dei rispettivi proprietari.

Cosa significa IK8LOV

Il Ministero dello Sviluppo Economico - gia' delle Telecomunicazioni - assegna un nominativo a ciascuna stazione di radioamatore, dopo che il titolare abbia superato delle apposite prove d'esame. IK8LOV e' il nominativo assegnatomi in seguito all'esame sostenuto nel 1987. Il nome di questo blog rappresenta dunque il tema degli appunti contenuti nel sito.