Archivio per la Categoria Stream of consciousness

Chi mi conosce sa che scrivo ciò che mi capita: gli argomenti che mi interessano e ho piacere di condividere con gli altri, piccoli aiuti e suggerimenti chiesti dagli amici, appunti utili a me stesso e che solo qui possono sfuggire al disordine del mio desktop…

Un taccuino pubblico che mai avrei immaginato incontrasse così tanto interesse. Grazie!

autobluDal sito della rassegna stampa del Governo italiano, un’articolo di ITALIA OGGI del 24 settembre 2008:

…Come i ministri e i sottosegretari. I piloti Alitalia sono gli unici lavoratori dotati di auto blu. La compagnia di bandiera si prende così cura di loro da andarli a prelevare a casa ogni giorno a proprie spese, alcuni con autista e auto personale, altri con auto collettiva per portarli sul posto di lavoro. Per questo servizio, affidato a società di autonoleggio con conducente, Alitalia ha speso circa 7 milioni di euro all`anno

Il resto, se interessa, continua nella fonte.

Folklore, provocazione, sfida? Che abbia suscitato reazioni di ammirazione, comprensione o… compassione, il gestaccio dell’on. Bossi (Ministro delle riforme) durante l’inno di Mameli, è indubbio.

A coglierne l’occasione è stata Ryanair, molto attenta all’attualità del nostro paese, che già in passato ha promosso una campagna pubblicitaria simile: PAGA LE TASSE! Non per i rifiuti ma per scappare via. Il riferimento era evidente all’emergenza rifiuti di Napoli.

Questa volta ritenta cogliendo un evento di attualità al centro di dibattiti e polemiche, che colpisce anche i più distratti:

IL MINISTRO BOSSI AI PASSEGGERI ITALIANI
Il Governo… supporta le alte tariffe di Alitalia, supporta i frequenti scioperi di Alitalia, se ne frega dei passeggeri italiani

Bossi_Ryanair

Paga le tasse! Non per i rifiuti ma per scappare via. 250.000 posti, paghi solo le tasse!
Ryanair, campagna pubblicitaria dei voli low cost.

pagaletasse

Annuncio apparso sul Messaggero, ma non su altri giornali nazionali.

Campagne pubblicitarie: la qualità non passa inosservata. Difficile immaginarla con un brutto naso.

Chirurgia plastica

 

Agenzia: DDB Canada
Committente: TorontoPlasticSurgery.com