Archivio per la Categoria Ham Radio

L’installazione di un’antenna di radioamatore sul tetto di un edificio è causa di molte liti condominiali risolte spesso in tribunale.

Complice l’impatto visivo ed emotivo dato dalle dimensioni delle antenne, si è spesso portati ad assumere posizioni ostiche e pregiudiziali non sempre giustificabili. Prima di avventurarsi nei meandri delle carte bollate ed evitare epiloghi inattesi e molto onerosi, ecco cosa dice la legge:

Qui la trascrizione del contributo video: (altro…)

Che la perfezione non esista, ce lo insegna la vita quotidiana. E’ però altrettanto lecito cercare, ed aspettarsi, dalle apparecchiature che acquistiamo un minimo di rispondenza alle caratteristiche prestazionali dichiarate; proprio quelle che probabilmente motivano le nostre scelte.

Non è stato proprio così per alcuni possessori del TS-2000, quadribanda di casa Kenwood, che pensando di utilizzare il ricetrasmettitore per la loro attività DX via satellite si sono trovati di fronte ad una sorpresa decisamente inattesa.

(altro…)

Cosa sono i radioamatori? In cosa consiste la loro attività, come si diventa radioamatore?

Ecco un preziosissimo documentario del 1962, conservato nell’archivio storico dell’Istituto Luce, che svela gli aspetti spesso nascosti di uno tra gli hobby più interessanti ed affascinanti.

Voci senza confini
di Giulio Briani



La veste grafica ricorda YouTube o piuttosto alcuni dei suoi tanto visitati cloni. CQTube è invece un contenitore di contributi video dedicati esclusivamente ai radioamatori ed al mondo della radio.

Nato da un’idea di G0KSC, CQTube si propone come un sito By Hams for Hams: da radioamatori per radioamatori. Anche il player, con tanto di logo YouTube, è identico alla videoteca più famosa al mondo; stessa cosa per (altro…)

Ho un trasmettitore la cui potenza, misurata al bocchettone d’uscita, è di 100 W. Il cavo che lo collega all’antenna ha un’attenuazione di 7 dB; qual è la potenza che dobbiamo aspettarci all’ingresso dell’antenna? (N.B. nel sistema non ci sono disadattamenti di impedenza).

Freschi di licenza o radioamatori consumati, è l’occasione giusta per rispolverare un po’ di vecchie nozioni… anche se per degli addetti ai lavori dovrebbe essere come conoscere le tabelline o le lettere dell’alfabeto.

La soluzione? Aspettiamola tra i commenti e comunque nei prossimi giorni seguirà nell’update del post.

La tecnologia radar OTH, acronimo di Over-The-Horizon (oltre l’orizzonte) fu sviluppata in Unione Sovietica a partire dagli anni ’50 per fini militari.

I radar furono costruiti per individuare obiettivi strategici (aerei, missili, navi…) lontani molte migliaia di chilometri grazie alle caratteristiche di riflessione delle onde elettromagnetiche appartenenti allo spettro HF (Onde Corte: da 3-30 MHz) da parte della ionosfera. Il successivo affinamento della tecnologia, aiutato dai progressi tecnologici in campo elettronico e dalla migliore conoscenza dei fenomeni propagativi della ionosfera, hanno permesso di (altro…)